bimba
 

Home  |  Torna indietro

Diario di suor Maria Immacolata Virdis (30 ottobre 1936):


“Verso le cinque mi trovavo in sacrestia per confessarmi. Fatto l'esame di coscienza, nell'attesa del mio turno, mi sono messa a fare la coroncina della Madonna. Servendomi della corona del Rosario, al posto delle "Ave Maria", dicevo dieci volte "Maria, Speranza mia, Fiducia mia" ed al posto del "Pater Noster" - "Ricordati...". Gesù allora mi disse:


- "Se tu sapessi quanto gode la Madre mia nel sentirsi recitare una tale preghiera: Ella non ti può negare alcuna grazia elargirà grazie copiose a quelli che la reciteranno, purché abbiano grande confidenza" -.

 


Con la comune corona della Rosario.

 

iSui grani grossi si dice: Ricordati, o purissima Vergine Maria, non essersi mai udito al mondo che alcuno abbia ricorso al tuo patrocinio, implorato il tuo aiuto, chiesto la tua protezione e sia stato abbandonato. Animato da tale confidenza, a te ricorro, O Madre, o Vergine delle vergini, a te vengo e, peccatore contrito, innanzi a te mi prostro. Non volere, o Madre del Verbo, disprezzare le mie pre ghiere, ma ascoltami propizia ed esaudiscimi. Amen.


Sui grani piccoli dice: Maria, Speranza e Fiducia mia.

 

i

Scarica PDF >>>